BANDITALIANA

Banditaliana

 Banditaliana

 

Riccardo Tesi, compositore e organettista di fama internazionale, considerato uno dei musicisti più audaci e autorevoli della nuova scena world europea che vanta collaborazioni dalla musica etnica (E.Ledda, Justin Vali, Kepa Junkera; J.Kirkpatrick, P.Vaillant al jazz (G.Mirabassi) fino alla grande canzone d’autore (I.Fossati, F.De Andrè, G.M.Testa) è il fondatore del progetto Banditaliana.

Fin dal suo esordio nel 1992, sono elementi portanti della band Maurizio Geri voce solista e chitarrista funambolico il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche, Claudio Carboni sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio e il percussionista Gigi Biolcati  a suo agio nella musica etnica e nel jazz.


Dal caleidoscopio di suoni di Banditaliana nasce una musica senza frontiere, fresca e solare, innovativa ma legata alle proprie radici, una sintesi di ampio respiro tra forme e riti della tradizione toscana, profumi mediterranei, improvvisazioni jazz e canzone d’autore.

Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici ed arrangiamenti raffinati costituiscono la cifra stilistica del gruppo che nel corso degli anni si è imposto come una delle formazioni più interessanti nel panorama internazionale della world music ed ha riscosso un grande successo nel corso delle tournees in tutta Europa e in Canada dove ha partecipato ad alcuni tra i più importanti folk&jazz-festivals.


Banditaliana ha al suo attivo tre album: il primo Banditaliana del 1998, prodotto da Stefano Melone (collaboratore di I.Fossati), ha ottenuto ampi consensi dalla stampa specializzata di tutto il mondo ed è stato eletto album dell’anno dal referendum di Folk Bullettin.

Il secondo Thapsos del 2000 è stato eletto disco del mese da Jam e Rockstar, in Francia ha ricevuto il “Bravo” di Trad Magazine, “Choc de la Musique” e la segnalazione di Repertoire. Il terzo Lune del 2004 (Edizioni del Manifesto) con la partecipazione di M.Fadda alle percussioni, D.Mencarelli al contrabbasso, M.Guerrini alle tastiere, P.Vaillant al mandolino, il quartetto d’archi Archea e gli ospiti speciali Ginevra di Marco e Francesco Magnelli (ex CSI e PGR) ha ottenuto nel

2005 il Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana  come "miglior album italiano di world music". Il disco contiene anche le versioni remix di Maggio e Tevakh realizzate da Ominostanco; la registrazione e il missaggio sono state realizzate da Stefano Melone.


Numerosi i musicisti che hanno collaborato nei dischi e nei concerti di Banditaliana : G.Mirabassi al clarinetto, Daniele Sepe al sax, Claudio Fossati alla batteria, Silvano Lobina e Daniele Mencarelli al basso, Damiano Puliti al violoncello, le voci di Nando Citarella, Lucilla Galeazzi, i Fratelli Mancuso e Ginevra di Marco, Carlo Muratori per i testi di alcune canzoni, Francesco Magnelli al piano, Marco Fadda e Valerio Perla alle percussioni.


Nel 2001 Banditaliana è stata eletta miglior live band dalla rivista specializzata tedesca Folker.

Nel 2002 in Canada si è piazzata al sesto posto nella Top Ten di CKUA Music Network e in Inghilterra è stato l’unico gruppo italiano in lizza per i World Music Awards della BBC.

Nel 2004 ha trionfato al Mantova Music Festival classificandosi al primo posto sia per il miglior repertorio che per la migliore interpretazione nella categoria “Proposte del festival”.

 

Banditaliana su myspace music


BOOKING



Print



[credits] :: Matteo Magni :: web designer :: flash developerMatteo Magni | Studio ELIOCAPECCHI
My Great Web page